Corpo Pagina

Il Comune porta lo Sport nelle scuole

In questi giorni sta partendo la seconda parte del progetto “Sport a Scuola”. Il progetto vede la collaborazione tra società sportive e scuola (scuola paritaria Melis-Ariu, scuola dell’infanzia e scuola primaria). Tutto è partito quando nel mese di agosto 2014 la Consulta Comunale per lo Sport ha elaborato il progetto contenente la proposta, gli obbiettivi e le metodologie attraverso il quale insegnare le discipline sportive durante le ore di lezione. La proposta è stata inoltrata alla scuola nel mese di settembre e pochi giorni dopo l’amministrazione ha ricevuto la comunicazione dell’approvazione del progetto.

Al progetto hanno partecipato cinque associazioni sportive locali: Pallavolo Mogoro, Mo.da. Mogoro Dance, Basket Mogoro, Fit Style e Pionieri Marmilla.

Queste cinque associazioni hanno messo a disposizione i propri tecnici qualificati per insegnare ai bambini la propria disciplina. Le società sportive si sono dimostrate molto sensibili all’iniziativa e hanno accolto positivamente la proposta. Per loro si tratta certamente di un investimento pubblicitario importante in quanto possono far provare a scuola ciò che poi propongono di pomeriggio nelle palestre e negli spazi sportivi comunali.

L’idea di questo progetto nasce per sopperire all’assenza dell’insegnante di educazione motoria. Negli anni scorsi il CONI finanziava un progetto attraverso il quale veniva inserito un insegnante laureato a partire dal mese di gennaio. Lo scorso anno però Mogoro non ha beneficiato di alcun finanziamento. Quest’anno è arrivato nuovamente il finanziamento che però garantisce ad ogni classe una sola ora di sport al mese. Troppo poco se si considera che in alcuni stati europei come la Germania, l’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria costituisce, per obbligo, almeno il 12 % dell’orario totale. Altri paesi hanno dei valori minimi ancora più alti che si attestano intorno al 15-16 %. In Italia invece l’educazione motoria viene considerata una materia obbligatoria con orario flessibile senza determinare una percentuale minima di ore settimanali da dedicare.

Per questi motivi è nato il progetto “Sport a Scuola”. L’iniziativa è stata proposta in via sperimentale per la prima volta nell’anno scolastico 2014/2015 e i costi dell’intervento sono completamente a carico delle associazioni sportive. L’obbiettivo è quello di portare avanti l’iniziativa anche negli anni a venire cercando di garantire la partecipazione di tutte le associazioni sportive locali che lavorano con i giovani e soprattutto cercando di assicurare ancora più ore per ciascuna classe.

Per il prossimo anno scolastico l’amministrazione ha deciso di inserire in bilancio le risorse necessarie per farsi carico dei costi dell’operazione.

L’importanza dello sport e la promozione dei suoi valori è nota a tutti e come diceva Pierre de Coubertin, inventore dei moderni giochi olimpici, “per ogni individuo, lo sport è una possibile fonte di miglioramento interiore”.