Corpo Pagina

Una casa panoramica sarda e sostenibile

Pensate alla Sardegna e ai bellissimi panorami che può offrire. Pensate ad una casa costruita in modo da poter godere sia del paesaggio attorno, che “sfruttare” naturalmente l’esposizione al sole. Pensate ad una casa che rispetti l’ambiente. Pensate ad una casa veloce da costruire.

Non vi viene in mente niente? Allora significa che ancora non conoscete la casa panoramica, ideata dagli ar­chitetti Marinella Cogodda e Giaime Cabras.

Si tratta di un’abitazione di 45 mq innovativa, improntata alla tutela del paesaggio e al risparmio energetico. Verrà costruita in Sardegna, in tre panorami diversi con altrettante fasce climatiche: il territorio costiero di Bu­gerru sulla costa occidentale sarda, il territorio cittadino di Cagliari nel sud e il territorio montano di Gavoi, sul lago di Gusana al centro dell’isola. La casa panoramica è formata da tre blocchi – servizi, living e notte – distri­buiti tenendo conto dei punti cardinali e della conseguente esposizione al sole, in modo che calore e luce siano naturalmente presenti in base all’uso diverso delle stanze durante l’arco della giornata.

Secondo Marinella e Giaime, “al giorno d’oggi è diventato inevitabile pensare alla progettazione senza considerare quale enorme impatto sull’ambiente abbia il settore delle costruzioni in tutte le sue fasi e manife­stazioni”. Per questo i due professioni­sti hanno studiato sistemi di risparmio energetico capaci di integrarsi con la casa panoramica.

• sistema costruttivo che consente di azzerare gli scambi termici, quindi la perdita di energia tra interno e esterno;

• infissi in alluminio a taglio termico e vetri basso emissivi per diminuire la dissipazione dell’energia;

• installazione di un riscaldamento a bassa temperatura a pavimento;

• una serra bioclimatica nella soleg­giata facciata esposta a Sud, che d’inverno contribuisce al riscal­damento dell’edificio, sfruttando l’effetto serra;

• sistema di brise-soleil che d’estate ripara dall’irraggiamento diretto;

• pannelli fotovoltaici e pannelli solari sul tetto;

• sistema di recupero dell’acqua pio­vana, da riutilizzare all’interno degli alloggi, nelle cassette dei wc e per l’irrigazione degli orti e dei giardini.

L’intero edificio verrà realizzato con il sistema X-LAM , pannelli in legno che garantiscono velocità nella co­struzione (in 25 giorni la casa è pron­ta!), solidità ed ecologicità (i pannelli provengono da silvicultura sostenibile e si montano a secco, senza leganti o malte).

Se siete curiosi di vedere come sarà, non dovete attendere molto: il prototipo della casa panoramica verrà realizzato in scala 1:1 da Marco Bittuleri, titolare di un’impresa che realizza case in legno, anch’egli sar­do. La casa panoramica è quindi un progetto tutto sardo, ma grazie alla sua originalità e all’intuizione e all’idea innovativa di Marinella e Giaime, ha già attraversato i confini regionali: il progetto ha infatti vinto, lo scorso novembre, il consulto “Eco_Luoghi 2011“, promosso dall’Associazione Mecenate 90 con il patrocinio del Mi­nistero dell’Ambiente. Inoltre, a giugno e luglio 2012, assieme agli altri nove progetti vincitori di “Eco_luoghi 2011”, la casa panoramica verrà assemblata e esposta al Museo MAXXI di Roma. I progettisti e le imprese riceveranno dal Ministero dell’Ambiente il Bollino “Eco_Luoghi 2011”, a conferma del riconoscimento della qualità architet­tonica e della eco-compatibilità delle soluzioni adottate.

Per info: la.casa.panoramica@ gmail.com