Corpo Pagina

Mogoro il Comune più virtuoso d'Italia in fatto di ecologia

Il Comune di Mogoro ha partecipato alla nona edizione del Premio nazionale dei Comuni Virtuosi, promosso dall’Associazione dei Comuni Virtuosi, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e di ANCI.

 L’Associazione nazionale dei Comuni Virtuosi, nata nel 2005, è una rete di Enti locali, che opera a favore di una armoniosa e sostenibile gestione dei propri territori, diffondendo verso i cittadini nuove consapevolezze e stili di vita all’insegna della sostenibilità, sperimentando buone pratiche attraverso l’attuazione di progetti concreti, ed economicamente vantaggiosi, legati alla gestione del territorio, all’efficienza e al risparmio energetico, a nuovi stili di vita e alla partecipazione attiva dei cittadini.

Il nostro Comune è entrato a far parte dell’Associazione nell’ottobre 2014 ed è il quarto comune sardo ad avere ottenuto questo riconoscimento. Per farne parte, il Comune ha dovuto certificare quali azioni fossero in sintonia con la filosofia dell’associazione. L’istallazione di un impianto fotovoltaico presso alcuni edifici comunali, l’abolizione della plastica dalle mense scolastiche tramite l’uso di stoviglie lavabili, l’adozione di alcune colonnine per la distribuzione d’acqua di rete sanificata, il posizionamento delle campane per la raccolta del tessile, la costruzione della casa dell’acqua, la sensibilizzazione e l’educazione ambientale rivolta ai nostri piccoli cittadini, sono alcune delle azioni che hanno consentito al comune di far parte dell’associazione.

Il Premio Comuni Virtuosi nasce con lo scopo di riconoscere, premiare e diffondere le buone pratiche sperimentate in campo ambientale dagli enti locali italiani. Al concorso hanno partecipato enti locali che hanno avviato politiche di sensibilizzazione e di sostegno alle “buone pratiche locali” con particolare riferimento alle seguenti categorie:

  • gestione del territorio (Opzione cementificazione zero, recupero aree dismesse, progettazione partecipata, bioedilizia, ecc.);
  • impronta ecologica della “macchina comunale” (efficienza energetica, acquisti verdi, mense biologiche, ecc.);
  • rifiuti (raccolta differenziata porta a porta spinta, progetti per la riduzione dei rifiuti e riuso);
  • mobilità sostenibile (car-sharing, car-pooling, traporto pubblico integrato, piedibus, biocombustibili, ecc.);
  • nuovi stili di vita (progetti per stimolare nella cittadinanza scelte quotidiane sobrie e sostenibili, quali: filiera corta, disimballo dei territori, diffusione commercio equo e solidale, autoproduzione, finanza etica, ecc.).

Il vincitore assoluto dell’edizione 2015 è il Comune di Seravezza (LU), che si aggiudica un montepremi di € 4.000,00, da investire in progetti di educazione ambientale nelle scuole del territorio. Lo ha decretato una giuria di esperti, composta da: Andrea Bertaglio (“La Stampa”), Maurizio Tira (Università di Brescia), Alessio Maurizi (“Radio 24”), Andrea Segré (Università di Bologna), Paolo Pileri (Politecnico di Milano), Luca Martinelli (“Altreconomia”), Massimo Buccilli (A.D. Velux Italia) Eliana Bruschera (Novamont), Silvia Ricci (Responsabile Campagne Comuni Virtuosi), Laura Guardini (Corriere della Sera). Il comune di Seravezza è riuscito infatti a contrastare l’uso di alcool e droghe con una campagna di sensibilizzazione tra i giovani, ha una piano regolatore a “crescita zero”, ha portato la raccolta differenziata al 75% e ha introdotto le mense biologiche, le casette per la distribuzione dell’acqua e dei detersivi alla spina.

Il Comune i Mogoro si è aggiudicato il primo premio nella categoria “Impronta Ecologica”, grazie alla riduzione dei consumi energetici, la creazione d’impianti fotovoltaici in Comune, la sostituzione dell’impianto d’illuminazione pubblica con lampadine a vapore di sodio, la creazione di mense bio nelle scuole e l’incentivo dell’uso dell’acqua pubblica.

 Ecco gli altri vincitori di categoria:

– per la categoria GESTIONE DEL TERRITORIO: Castel Del Giudice(IS), con una menzione speciale per il Comune di Inveruno(MI);

– per la categoria RIFIUTI: ex-equo Parma e Malnate (VA);

– per la categoria MOBILITÀ SOSTENIBILE: Rivalta di Torino (TO);

– per la categoria NUOVI STILI DI VITA: Marostica (VI), con una menzione speciale per il comune di San Salvatore Monferrato (AL).

La cerimonia di premiazione si terrà a Forlì durante la “Notte Verde del Buon Vivere” prevista per sabato 19 settembre 2015.