Corpo Pagina

Il 3 marzo la signora Maria ha compiuto cent’anni!

Maria Scanu in Broccia, nata a Mogoro il 3 marzo 1918. Secondogenita di Giovanni Scanu (Giuanni Matteddu) e Pietrina Carta, nonna Maria, come la chiamano i suoi famigliari, è nata nel nostro paese il 3 marzo del 1918.

Sabato scorso 3 marzo 2018 ha quindi compiuto 100 anni; un secolo esatto di vita.

Una vita vissuta serenamente, prima nella sua famiglia d’origine con i cinque fratelli – Filomena, Giuliana, Celina, Giovanni e Antonio – e poi in quella acquisita col matrimonio il 6 ottobre 1945 con Bernardino Broccia, figlio del fu Antioco.

La coppia ha avuto cinque figli: Antioco, Pietrina, Valentino, Massimo e Giovanni, che le hanno dato dodici nipoti – Bernardino, Giovanna, Simona, Mirko, Marcella, Cristina, Pier Giuliano, Francesca, Roberta, Marta, Silvia e Stefania – e già tre pronipoti.

Vedova da quasi 28 anni, ha vissuto a casa sua in autonomia fino agli 87 anni, ora da oltre 13 anni vive alternativamente in casa dei figli .

In buona salute fisica e mentale le sue giornate sono scandite da momenti fissi e irrinunciabili:  sveglia alle ore 8.00, colazione, rosario mattutino, lettura dell’Unione Sarda, qualche passo in casa o una passeggiatina all’aria aperta se il tempo lo permette, lettura di un libro, pranzo – regolarmente accompagnato da mezzo  bicchiere di vino – e riposo.

Dopo il riposo recita del rosario con preghiere per il benessere dei nipoti – che ne hanno tanto bisogno, sottolinea sempre lei – ancora lettura del libro (ultimamente ha letto la trilogia di Matteo Strukul “I Medici”), chiacchiere sui tempi che furono – ha una ottima memoria storica – con i figli e con le persone che ogni tanto vanno a trovarla,  cena e poi a  nanna. Ha ancora un ottimo appetito e con l’aiuto di qualche goccia dorme tutta la notte.

Sembrerebbe una vita monotona e quasi triste ma se pensiamo anche solo per un attimo che nonna Maria ha raggiunto il traguardo dei cento anni e che ha la fortuna di vivere vicino ai propri figli e godere ogni tanto della presenza dei nipoti e dei pronipoti è una vita che merita assolutamente di essere vissuta.

A sig.ra Maria gli auguri di tutta l’Amministrazione e la Comunità di Mogoro.