Corpo Pagina

Ecoprimavera 2018 Piccoli-grandi gesti per conoscere e tutelare la nostra terra.

Le grandi azioni si fanno con i piccoli gesti quotidiani, che ripetuti nel tempo danno buoni frutti. Questa è Ecoprimavera, il festival sulla sostenibilità ambientale, che dal 2012 è diventando un’immancabile appuntamento di questa stagione, un’importante un’occasione in cui i bambini e gli adulti compiono piccoli-grandi gesti per imparare a conoscere l’ambiente in cui vivono e a prendersene cura.

E siccome le buone abitudini sono contagiose, dal 2016, grazie all’importante contributo e sostegno dell’Unione dei Comuni Parte Montis, è nata un’ Ecoprimavera diffusa,  durante la quale le amministrazioni comunali, le scuole, le associazioni e i cittadini di Mogoro, Masullas, Gonnostramatza, Siris, Pompu e Simala hanno contribuito a far crescere questo festival.

Per quanto riguarda il programma di Mogoro Ecoprimavera, da aprile a giugno i bambini e ragazzi, veri protagonisti del festival, insieme agli insegnanti e alle famiglie, realizzeranno tanti progetti che toccheranno molti temi: dalla conoscenza e cura del nostro territorio e degli elementi della natura, alla realizzazione di opere e creme con l’uso di materie prime naturali, dai laboratori di educazione alimentare a quelli del riciclo e riuso, dalla mobilità sostenibile alla festa degli alberi.

La scuola dell’infanzia statale realizzerà il progetto Io e l’ambiente, con percorsi didattici, attività e laboratorio sul riciclo della carta, mentre la scuola paritaria Melis-Ariu con  La nostra terra, un malato da curare, coinvolgerà i bambini in percorsi didattici ed escursioni dedicati alla conoscenza e rispetto dei quattro elementi: aria, acqua, terra e fuoco.

I bambini della scuola primaria si dedicheranno all’acqua e al legno: con il progetto Il Rio Mogoro: un ambiente da conoscere e rispettare, faranno un’escursione ecologica nel Rio Mogoro e laboratori artistici con materiali naturali, mentre con Riciclando e risparmiando… come al tempo dei nonni, realizzeranno  manufatti tipici in legno e strumenti musicali con materiali di riciclo; infine col progetto Acqua d’A-Amare, faranno un’escursione nel territorio dedicata all’uso consapevole e tutela dell’acqua con successivo laboratorio di riciclo.

I ragazzi della scuola secondaria saranno coinvolti in visite guidate e laboratori per la conoscenza del patrimonio naturalistico e storico del nostro territorio, l’evoluzione delle pratiche agricole, e l’uso di materie prime naturali con i progetti Pensare al futuro guardando al passato, Memorie e testimonianze per recuperare la nostra identità contadina e La nostra terra: una storia di milioni di anni – conosciamola per proteggerla..

Immancabile anche la Festa degli alberi, prevista per il 19 aprile, quest’anno dedicata ai bambini delle scuole dell’infanzia e delle classi 1^ della scuola primaria che, insieme ai genitori e ai nonni, metteranno a dimora nei giardini adiacenti le scuole piantine mediterranee, gentilmente donate dall’Agenzia Forestas.

Anche quest’anno i bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria saranno coinvolti nei laboratori di educazione alimentare, previsti per il 24 aprile il 29 maggio, realizzati grazie alla collaborazione tra la Coop. Nuova Luna e il Molino Maccioni eredi di Mogoro,  che propongono il progetto I colori nel piatto, laboratorio di pastificazione con creazione di vari formati di pasta colorata utilizzando prodotti naturali.

Nell’ambito delle azioni di promozione della mobilità sostenibile, il Comune di Mogoro, in collaborazione coi genitori dei bambini della scuola primaria, organizza il Piedibus, che si svolgerà tutti i lunedì e giovedì dal 16 aprile al 28 maggio 2018.

Sono previsti anche progetti destinati agli adulti, come il Laboratorio di cosmesi naturale, dedicato all’apprendimento di semplici tecniche per l’autoproduzione di creme per il corpo con ingredienti naturali, organizzato in collaborazione con “Il Mondo di Saponia” e in programma per i primi di Maggio.

Da ricordare anche l’allestimento presso la Biblioteca Comunale di un’area dedicata al tema dell’ambiente, dove bambini e ragazzi potranno trovare dei coloratissimi libri che illustreranno loro i tanti modi per amare e proteggere la nostra terra.

Infine, da non dimenticare l’appuntamento con l’evento finale di Ecoprimavera, previsto per venerdì 1 giugno, e coordinato dall’associazione di promozione sociale Mariposas de Sardinia: una festa in piazza che riunisce i protagonisti del festival e durante la quale tutti i cittadini potranno vedere i frutti raccolti durante questo bel progetto di educazione ambientale, il tutto accompagnato da momenti di condivisione, giochi e tanta allegria.