Corpo Pagina

Adesione a Liberos e acquisizione della “LICENZA OMBRELLO” con contestuale adesione all’associazione videoteche italiane (AVI)

Per l’amministrazione i libri e la lettura sono una costante della nostra politica culturale. Ne sono un esempio le iniziative di questi anni, tra cui la presentazione di libri, il gruppo di lettura che è nato in biblioteca e per ultimo ma non per importanza, l’attività del comune volta a sollecitare i nostri concittadini alla produzione di libri. Oggi c’è una nuova opportunità: l’adesione a Liberos.

Liberos è un circuito che mette in rete tutti gli operatori del comparto letterario. In Sardegna questo ha una grande valenza e così come viene detto da Liberos “In Sardegna la letteratura è un elemento di comunità, fonte di coesione sociale, ricchezza economica e consapevolezza civica”.

Ormai Liberos è diventato una realtà conosciuta ed identificabile e negli anni si è distinta per la validità delle sue iniziative e proposte, affiancando e sostenendo le biblioteche e i comuni. Sempre citando testualmente: Liberos si pone come soggetto mediatore del mondo del libro e della conoscenza e amministrazioni pubbliche, scuole, grandi editori e soggetti istituzionali che sostengono la cultura di qualità.
L’adesione a Liberos può essere un atto puramente simbolico, oppure più concretamente può trasformarsi in una collaborazione per la programmazione di attività culturali che generino crescita sociale ed economica. Ed è proprio nello spirito della condivisione di questi valori ed obbiettivi, viste le grandi possibilità che emergono per il nostro servizio bibliotecario che la giunta comunale ha preso la decisione di aderire al circuito Liberos.

L’altra delibera riguarda invece la proiezione di film. Da anni ormai la nostra comunità è sempre più attenta e sensibile al tema della cinematografia, basta pensare ai nostri concittadini film-maker e operatori cinematografici, alle rassegne organizzate i precedenti anni dall’amministrazione che hanno riscosso grande successo senza dimenticare il tentativo di alcuni cittadini di costituire un circolo del cinema.

È evidente come l’amministrazione ha sempre avuto un ruolo fondamentale nel promuovere queste iniziative ed è con questo spirito che questa delibera si propone attraverso l’affiliazione all’Associazione Videoteche Italiane (A.V.I.) e l’acquisizione della “Licenza Ombrello”, la proiezione di numerosi film attingendo ad una specifica lista e rispettando determinati criteri rispetto luogo e pubblicità.