Corpo Pagina

Cittadinanza

Attribuzione della cittadinanza italiana per nascita
Si è cittadini italiani:
• per origine: (“iure sanguinis”): è cittadino italiano per nascita il figlio di padre o madre cittadini italiani;
• per nascita sul territorio italiano: iure soli:
• se entrambi i genitori sono ignoti o apolidi;
• nel caso in cui i genitori stranieri non trasmettano la propria cittadinanza al figlio secondo la legge dello Stato di appartenenza;
• se il minore è stato rinvenuto sul territorio italiano in stato di abbandono e non venga provato il possesso di altra cittadinanza;

Diventare cittadino italiano
Acquisto automatico
L’acquisto automatico della cittadinanza italiana successivo alla nascita è determinato dai seguenti eventi, indipendenti dalla volontà del soggetto:
– riconoscimento o dichiarazione giudiziale di filiazione naturale da parte di cittadino italiano, durante la minore età del figlio;
– adozione di minore da parte di cittadino italiano.
– acquisto della cittadinanza italiana da parte del genitore di minore straniero con esso convivente.

Acquisto volontario
Acquisto agevolato (a seguito di manifestazione di volontà):
Un cittadino straniero per nascita, in possesso di determinati requisiti, o verificandosi alcune condizioni, rende una dichiarazione con la quale manifesta la volontà di acquisto della cittadinanza nei seguenti casi:
– Figlio naturale, maggiorenne, riconosciuto da un genitore italiano: deve esprimere la volontà di diventare cittadino italiano entro un anno dalla data del riconoscimento;
– Straniero nato in Italia e legalmente residente in Italia, senza interruzioni, fino al compimento della maggiore età: può diventare cittadino italiano se tra i 18 e i 19 anni rende una dichiarazione all’Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza di voler acquistare la cittadinanza italiana. Si intende per residenza legale il possesso del regolare titolo di soggiorno e la regolare iscrizione anagrafica dalla nascita fino al compimento del 18esimo anno d’età;